L'Acqua di Bolzano

L’acqua potabile di Bolzano è costituita perlopiù da acque di falda che seguono gli alvei dei torrenti Isarco e Talvera. Durante il suo percorso nel sottosuolo, l'acqua si depura e si arricchisce di sali minerali. Le acque di falda di Bolzano sono sottoposte a vincoli di tutela per assicurarne la salvaguardia. Quasi l’intera conca di Bolzano è stata dichiarata «area di tutela idrogeologica compresa nella zona III». I vincoli di tutela prevedono severe disposizioni, ad es. in caso di interventi edilizi.

Le acque sotterranee vengono captate attraverso i 12 pozzi ad una profondità che varia dai 30 ai 80 metri e portate in superficie mediante pompe di sollevamento. Le acque eccedenti il fabbisogno vengono stoccate temporaneamente in 9 serbatoi (di una capacità complessiva di 12.000 metri cubi). Nelle fasce orarie di maggior consumo, l’acqua raccolta nei serbatoi viene immessa nella rete idrica cittadina (di una lunghezza complessiva di 167 chilometri), attraverso la quale raggiunge le singole utenze.

A Bolzano vengono distribuiti ogni anno circa 5.800.000 metri cubi di acqua potabile. In media quindi ogni cittadino di Bolzano consuma circa 55 metri cubi di acqua all’anno, pari a 151 litri al giorno.

Chi decide di bere l’acqua del rubinetto, protegge l’ambiente (meno rifiuti ed un minor impatto di CO2) e risparmia: tre litri di acqua minerale costano in media 1,00 € (come quasi 800 litri di acqua del rubinetto)!

 

La qualità dell'acqua

L'acqua di Bolzano rispetta tutti i valori limite. Inoltre, con il suo bilanciato contenuto di minerali disciolti, un valore di pH neutro (poco sopra il 7) e un basso residuo fisso (tra ca. 100 e 200 mg/l a seconda del punto di prelievo), può essere classificata come acqua oligominerale. Le acque vengono analizzate e sottoposte a controlli continui a partire dalla loro captazione fino al punto di consegna ai clienti. Ogni anno vengono eseguiti almeno 150 controlli di qualità sugli impianti e sulla rete idrica.

 

La durezza dell'acqua

L'acqua di Bolzano ha una durezza che varia da 13 a 16 gradi francesi e viene quindi classificata come acqua medio-dura. Per conoscere i valori esatti di un singolo pozzo (Ronco, Aeroporto, Tambosi, Petrarca, Mazini), può consultare le Analisi della durezza del 15 gennaio 2016. I valori sono comunque da ritenersi indicativi, in quanto, essendo la rete fortemente magliata, si verifica un ovvio mescolamento dell'acqua erogata. 

 

La rete fognaria

SEAB S.p.A. provvede ad allontanare le acque reflue civili ed industriali (acque nere) e le acque meteoriche (acque bianche) mediante due sistemi di reti distinte. Le acque nere (11 mio. mc annui) vengono convogliate al depuratore di Bolzano mentre le acque bianche confluiscono nei fiumi Isarco e Talvera.

Lo sapevate già?

I tecnici SEAB si occupano anche della manutenzione della rete antincendio e delle fontane pubbliche della città. A Bolzano sono presenti 19 fontanelle che erogano acqua potabile per rinfrescare cittadini e turisti, soprattuto nei mesi estivi, oltre a 24 fontane decorative e giochi d'acqua con lo scopo di abbellire la cittá.

Ulteriori informazioni e curiosità sull'acqua di Bolzano nella nostra brochure:

Qualità dei servizi

Per informazioni approfondite sulla qualità dei servizi offerti da SEAB e sugli indennizzi per il mancato rispetto degli standard di qualitá consultare la carta dei servizi. Gli indennizzi previsti nella Carta dei servizi devono essere richiesti dal cliente.

Soddisfazione dei clienti

SEAB effettua annualmente indagini per valutare la soddifazione dei propri clienti  in relazione ai vari servizi. Ecco i risultati delle indagini per il servizio di acqua potabile: